Cosa portare in un viaggio in bicicletta

Se per un viaggio a piedi bisogna preoccuparsi essenzialmente di alleggerire il peso dello zaino che porteremo sulle spalle, per un viaggio in bici bisogna preoccuparsi anche dell’attrezzatura indispensabile alla cura della nostra compagna di viaggio: la bici.

Cercheremo, in questa breve guida, di darvi consigli utili a rendere il vostro viaggio in bici leggero e confortevole, affinché possiate vivere un’esperienza indimenticabile.

Anche per un viaggio in bici è fondamentale partire con un bagaglio essenziale, vestiti comodi, qualche oggetto utile e attrezzatura :

1. Il bagaglio: fondamentale è scegliere borse impermeabili. Due borse posteriori agganciate sul portapacchi, un borsello sul manubrio anteriore e un piccolo sottosella per gli attrezzi o una borsa sottosella del tipo Apidura (che non utilizza portapacchi ma si aggancia direttamente alla bici), una borsa con chiusura a chiave sul manubrio anteriore e un borsello di quelli triangolari, sono le due combinazioni ottimali per i bagagli da trasportare in bici.

2. Ai piedi: calzini e scarpe da trekking, infradito di plastica per la doccia.

3. Abbigliamento: importantissimo portare qualcosa di impermeabile per la pioggia e di protettivo per il vento. Prediligere indumenti traspiranti che occupano pochissimo spazio e si asciugano molto velocemente. Due magliette a maniche corte tecniche o di cotone, una maglia in pile, un paio di pantaloni corti, un paio di pantaloni lunghi (esistono pantaloni modulari che diventano corti all’occorrenza) due paia di calzini (possibilmente traspiranti), due slip, un reggiseno da alternare con quello che si indossa, un pigiama e una giacca tecnica. Se si parte nel periodo delle mezze stagioni, sarebbe utile portarsi manicotti, gambali e scaldacollo (utili nelle ore più fredde e si tolgono facilmente senza doversi spogliare completamente), indispensabili anche i guanti impermeabili. Fondamentale è avere con se un  buon casco, la possibilità di cadere lungo i sentieri non è così bassa e la sicurezza non è mai troppa e occhiali da sole sportivi che proteggono da sole, pioggia e vento.

4. Nel beautycase:  spazzolino, dentifricio, deodorante, una boccetta di shampoo e una di bagnoschiuma. Se si vuole alleggerire il beauty, shampoo e bagnoschiuma possono essere sostituiti da una saponetta di sapone di marsiglia utile anche a lavare i vestiti. Kit primo soccorso da viaggio. Crema solare

5. Sacco a pelo: se il Cammino si effettua in inverno, conviene portare con sé un buon sacco a pelo in grado di sopportare basse temperature. Se il Cammino si effettua in estate dovrebbe essere sufficiente un sacco leggero.

6. Oggetti utili: accappatoio in microfibra, asciugamano in microfibra, crema solare per evitare scottature, un cappello, una giacca leggera impermeabile, spille da balia utili per attaccare i vestiti bagnati allo zaino durante il cammino.

7. Oggetti utili ma sacrificabili: bastoni da trekking che aiutano a distribuire il peso anche sulle braccia e alleviano la sensazione di stanchezza, macchina fotografica (anche se il cellulare può bastare), tappi per le orecchie, una piccola torcia.

8. Attrezzatura per eventuali guasti alla bici: un set di chiavini, uno smagliacatena, un piccolo gonfiatore, due camere d’aria di ricambio (solo per sicurezza, perché se si utilizzano quelle antiforatura, probabilmente non se ne avrà nemmeno bisogno salvo che per tagli molto grossi), una sacca stagna e un lucchetto per bici, non si è mai troppo sicuri nel lasciarla incustodita! Portare qualche laccio, sia lungo che corto, utili per legare qualcosa alla bici o al bagaglio, ma anche in tante altre situazioni che si potranno presentare.

Bilanciare il peso dei bagagli affinché non si impiglino in rami e quant’altro lungo i sentieri e non siano d’intralcio al vento in discesa che può facilmente far slittare la parte posteriore a causa del peso. Evitare borse e borselli che danno fastidio alla pedalata. Le gambe devono essere libere e devono poter pedalare nel mondo ottimale sia in posizione seduta, sia alti sui pedali.

Buona pedalata!

È andando in bicicletta che impari meglio i contorni di un paese, perché devi sudare sulle colline e andare giù a ruota libera nelle discese. In questo modo te le ricordi come sono veramente, mentre in automobile ti restano impresse solo le colline più alte, e non hai un ricordo tanto accurato del paese che hai attraversato in macchina come ce l’hai passandoci in bicicletta.

(Ernest Hemingway)

Autore dell'articolo: gestione